«

»

Le cantine e le trattorie

Tra olivi d’argento e vigne, tra poderi e miniere, si snoda nei territori di 8 comuni della provincia di Grosseto la Strada del Vino e dei Sapori Monteregio di Massa Marittima, una sola DOC che però vanta ben 8 tipologie, un prodotto che comunica sapori e aromi di una terra ricca di bellezze naturali, di territori vasti e splendidi, di colline armoniose, di tradizione, di memoria e passato, ma anche di cambiamenti e prospettive innovative.

Poco più a nord, le vigne si fanno più nobili e le DOC (in questa zona sono ben 4) più prestigiose: tra Suvereto e Bolgheri, fino a Montescudaio nascono vini, come il Sassicaia e l’Ornellaia, tra i migliori al mondo, insieme a numerose altre produzioni vinicole di qualità. Anche qui una natura generosa nel clima e nel talento dei produttori è sicuramente la base di un così sorprendente risultato.

Poco più a sud, dove i boschi sanno ancora di selvatico e la campagna è ancora un caposaldo dell’economia, la Strada del Vino Colli di Maremma collega ben 13 comuni e 4 DOC, con un vino che sta scalando vertici d’eccellenza e contemporaneamente contribuendo a far conoscere il territorio in cui nasce.

La tradizione gastronomica della Toscana è ricca almeno quanto quella legata al patrimonio artistico… Ogni borgo ha la sua opera d’arte e la sua ricetta tipica, in Maremma in particolare, dove il mare incontra la terra, piatti di pesce e di carne vengono cucinati con sapienza nelle case di tutti e ancor di più nei ristoranti e trattorie dove alla sapienza si unisce l’estro. Ovviamente il pesce la fa da padrone sulla costa, mentre la carne, soprattutto la cacciagione e soprattutto il cinghiale è il protagonista della cucina dell’entroterra, si trova negli antipasti con i suoi affettati, nei primi come condimento alle paste fatte in casa e ovviamente tra i secondi. Ai dolci da queste parti si preferisce una fetta di buon formaggio accompagnata dal miele, ma non mancano crostate di marmellata, pinolate e vere e proprie golosità come le pesche al cioccolato o il “salame”.

Non mancheremo di segnalarvi i posti più caratteristici dove assaggiare queste prelibatezze.